https://www.locusfestival.it Skip to main content

FULMINACCI e MARCO CASTELLO il 13 agosto al Locus 2024, in una serata dedicata al nuovo cantautorato italiano

By Gennaio 25th, 2024Locus 2024

Si aggiunge la data del 13 agosto a Locorotondo, alla già ricca programmazione della ventesima edizione del Locus festival, che continua a delinearsi con nuovi annunci. FULMINACCI e MARCO CASTELLO saranno protagonisti di una serata principalmente dedicata al nuovo cantautorato italiano, sul palco di Masseria Ferragnano nella settimana più calda del festival.

I biglietti sono in vendita su DICE e TICKETONE (a partire dalle ore 18:00 di giovedì 25 gennaio).

Fulminacci porterà sul palco del Locus 2024  il suo “Infinito +1 tour estivo”. Un percorso in continua crescita quello del cantautore romano, che, arrivato sulla scena come un fulmine a ciel sereno, passo dopo passo, è riuscito in poco tempo a conquistare pubblico e critica con la sua musica.
Nato nel 1997 a Roma, Fulminacci è un artista di rottura, spiazzante per la sua versatilità e per la sua brillantezza. Scrive, arrangia e canta le sue canzoni e si presenta al mondo pubblicando nel 2019 “Borghese in borghese”, “La Vita Veramente” e “Una Sera”. Lo stesso anno esce “La Vita Veramente”, l’acclamato disco d’esordio, vincitore della Targa Tenco 2019 per la categoria Opera Prima.
Nel 2021 partecipa alla 71sima edizione del Festival di Sanremo con il brano “Santa Marinella” (certificato Disco D’Oro da Fimi/GfK Italia), a cui segue l’uscita del suo secondo album, “Tante Care Cose” (certificato oro). Nel 2023 torna con i singoli “Tutto inutile”, “Ragù”, “Simile” e “Filippo Leroy”, contenuti nel terzo lavoro in studio dell’artista “Infinito +1“, uscito a novembre e a cui si va ad aggiungere il singolo +1″ a gennaio 2024, accompagnato da un video dal forte impatto emotivo.

Marco Castello è un musicista e cantautore siracusano. Col suo primo album “Contenta tu” (2021, Bubbles records/42 Records) si fa apprezzare in Italia e all’estero e vanta numerose collaborazioni fra cui Erlend Oye & La Comitiva, Nu Genea, Fulminacci, Mace, Colapesce Dimartino.
Particolarmente affezionato alle sonorità degli anni settanta, ricerca minuziosamente la naturalezza degli strumenti che suona, riducendo al massimo l’uso di effetti e post produzioni.
Il suo linguaggio è ironico e perennemente sedotto dal contrasto fra bellezze e squallori del contemporaneo, che coesistono alternandosi nel racconto dissacrante di un provincialismo universale. Nell’autunno 2023 pubblica da indipendente il suo secondo album “Pezzi della sera”, fondando a Siracusa l’etichetta Megghiu Suli.