Il 23 luglio presso Mavù Masseria, l’artista inglese BENJAMIN CLEMENTINE presenta il suo attesissimo secondo album al pubblico del Locus festival. Aprirà la serata ISAAC GRACIE, giovane astro nascente del songwriting britannico.


 

Con un recente passato di artista di strada a Parigi, l’artista inglese BENJAMIN CLEMENTINE è diventato in breve tempo una figura di culto nella scena mondiale. Il talento di Benjamin è però difficilmente circoscrivibile: cantante, pianista, poeta, dotato di una voce capace di coprire una vasta gamma tonale perfettamente in grado di coniugare il pop, la musica nera e l’impostazione classica.
Il suo album di debutto “At Least For Now” (2015) è stato definito dai critici un disco audace, brillante, stupefacente e gli è valso l’assegnazione del Mercury Prize 2015. L’atteso secondo album è in arrivo nel 2017, intanto ha prestato la sua voce al grande ritorno dei Gorillaz con il brano “Hallelujah Money”

ISAAC GRACIE è un predestinato, questo il termine migliore per identificare il 22enne musicista britannico.
Figlio della poetessa Judith Gracie, ispirato da artisti come Leonard Cohen, Bob Dylan e Jeff Buckley, scrive le sue prime canzoni a soli 14 anni.
Nel 2015, a seguito del singolo autoprodotto ‘Last Words’, inizia a girare come guest di artisti del calibro di Michael Kiwanuka, e calcare palchi importanti come SXSW e Glastonbury Festival.
Il 2017 vede Isaac firmare il primo contratto discografico, e dopo un primo periodo in studio a registrare l’album di debutto, quest’estate sarà protagonista di una serie di date in giro per l’Europa.